Statuto    Feed rss Spazio
Home Video Difendersi Dove siamo Iscrizione Contatti
Questo sito contiene la mia attività di Delegato Adusbef fino al 31 marzo 2018, data del mio recesso dalla associazione. Rimane on line esclusivamente a tale fine.
avv. Massimo Melpignano.
Altre News Stampa la pagina
11.11.2017

INTERESSI ULTRALEGALI, CAPITALIZZAZIONE TRIMESTRALE, COMMISSIONE DI MASSIMO SCOPERTO: IL TRIBUNALE DI BARI DE-LIMITA 'LE VIE DI FUGA'.

... alla cliente della banca è stato impedito di prestare "un consenso consapevole, di rendersi conto dell'effettivo contenuto giuridico della clausola e, sopratutto, del suo "peso" economico".

Condividi su Facebook

INTERESSI ULTRALEGALI, CAPITALIZZAZIONE TRIMESTRALE, COMMISSIONE DI MASSIMO SCOPERTO: IL TRIBUNALE DI BARI DE-LIMITA "LE VIE DI FUGA".

Il Tribunale di Bari – Giudice dott. A. Ruffino - ha condannato Banca Antoniana Popolare Veneta S.p.A, ora banca Monte dei Paschi di Siena, alla restituzione, in favore di una cittadina pugliese, di un cospicuo importo incamerato dalla Banca a titolo di interessi passivi, capitalizzazione trimestrale e commissione di massimo scoperto.

I passaggi salienti della decisione, accolti con grande soddisfazione dalla risparmiatrice e dal difensore della donna, Avv. Massimo Melpignano, Vicepresidente Adusbef Puglia, delineano i limiti entro i quali la banca può esigere somme dai clienti a titoli di interessi, commissioni e remunerazioni varie.

Secondo il Giudice, alla cliente della banca è stato impedito di prestare “ un consenso consapevole, di rendersi conto dell'effettivo contenuto giuridico della clausola e, sopratutto, del suo “peso” economico”. Pertanto, prosegue il Giudice barese, “l'addebito delle commissioni di massimo scoperto si traduce in una imposizione unilaterale della banca che non trova legittimazione in una valida pattuizione consensuale … Vanno espunte, pertanto, le somme addebitate a tale titolo.”. Considerazioni analoghe si applicano “a tutte le spese e competenze addebitate dalla Banca che non trovino espressa previsione contrattuale e non risultino pattuite quale remunerazione di uno specifico servizio reso in favore del correntista.”.

Netta, dunque, la presa di posizione della Magistratura barese che chiude questo paragrafo di una vicenda che, purtroppo, accomuna tanti clienti di banche che continuano a soggiacere spesso inconsapevolmente alle logiche di potere di Banche e Finanziarie. Anche in questo caso le istanze di Adusbef e della consumatrice barese sono state accolte dalla attenta Magistratura.

Il testo integrale della sentenza è pubblicato e liberamente scaricabile sul sito www.studiomelpignano.it e sul sito www.adusbef.bari.it a beneficio di tutti, affinchè possa essere depositata nelle migliaia di cause pendenti in tutta Italia relative alla non corretta gestione dei rapporti bancari.

Con cortese preghiera di diffusione.        

Clicca qui per il testo della decisione.

Il Vicepresidente Adusbef Puglia

                                                           Avv. Massimo Melpignano



Condividi su Facebook


Download Pdf
admin

Torna inizio pagina inizio pagina

Altre recenti:

Adusbef Bari è un progetto dello Studio legale Melpignano
Copyright©2009 adusbef.bari.it - Tutti i diritti riservati - Termini d'uso - Cookie - Credits